Il dopo Coronavirus

NEWS & EVENTI

L’Italia e soprattutto la Lombardia sta pagando a duro prezzo la pandemia del Coronavirus. Non si capisce per quanto dovremo ancora lottare, quanti morti dovremo ancora vedere e che fine faremo tutti.

Il nastro della consapevolezza e il suo significato

Nel nostro piccolo abbiamo deciso di mettere sulla homepage del nostro sito il nastro della consapevolezza in memoria di tutte le persone scomparse e che purtroppo dovranno ancora scomparire. Il nastro della consapevolezza in tricolore è per dare un segno di vicinanza a tutti coloro che hanno perso, in questa dura vicenda, un proprio caro, un amico, un conoscente. Un segno di rispetto, di vicinanza e di speranza per le popolazioni più colpite.

Cosa succederà dopo il Coronavirus

Mai fare allarmismi, ma la vita di ciascuno di noi subirà importanti cambiamenti in seguito a questa grave situazione sanitaria (intanto vi consigliamo di continuare ad osservare i nostri consigli su come difendersi dal Coronavirus in casa e fuori). Per fermare definitivamente il Coronavirus dovremo cambiare il modo: come facciamo il nostro lavoro, come educhiamo i nostri figli, come ci prendiamo cura dei nostri cari, come facciamo la spesa, come socializziamo, tutto non sarà più come è sempre stato. Le cose non torneranno alla normalità dopo qualche settimana, serviranno mesi, se non anni. Dovremo rimboccarci le maniche e ripartire consapevolmente, con intelligenza… la chiamano resilienza. Sarà un cambiamento sostanziale per le nostre abitudini, per combattere l’attuale guerra al Coronavirus e per prepararci alla prossima…Oggi si chiama Coronavirus e domani?

Salvo l’arrivo improvviso del vaccino o delle cure miracolose (ma chi visse sperando…) credo che la situazione sarà difficile per tutti per almeno un paio di anni. È sicuramente meglio pianificare il futuro che aspettare che qualcuno lo faccia al tuo posto. Pare ci sia la disponibilità del Governo ad aiutare le imprese e i cittadini con un messaggio chiaro: “nessuno resterà solo”, è una sfida che supereremo tutti insieme.

Ripartire sarà molto difficile, purtroppo oggi non è facile rendersene conto. Cambierà tutto; nel nostro caso non sappiamo nemmeno se riapriremo e come riapriremo i nostri punti vendita o forse non li riapriremo come prima. È purtroppo una responsabilità oltre ogni limite, per quanto ci riguarda non possiamo prenderci la responsabilità di mandare qualcuno a lavorare al contatto con il pubblico sapendo che c’è il rischio di contagio da un virus mortale. Forse la strada migliore sarà quella di lavorare da casa e sfruttare il punto vendita all’occorrenza per far vedere il prodotto e firmare l’eventuale contratto… Il rischio di contagio durerà a lungo e il lavoro non potrà fermarsi in eterno.

Come far ripartire il commercio, il turismo e l’Italia intera

Sicuramente abbiamo una grande occasione a livello nazionale, abbiamo la possibilità di ripartire da zero ma con la consapevolezza di avere una grande esperienza alle spalle. Esperienze a volte negative perché senza regole, senza alcuna tutela. Sarà necessario avere una straordinaria strategia politico-commerciale dettata da un governo stabile e in grado di far ripartire una macchina dalle enormi capacità. Anche la scelta delle figure ai ministeri sarà fondamentale: dovrà essere una rinascita costruita per l’interesse dell’Italia e degli Italiani. La tutela del Made in Italy diventa fondamentale sotto ogni profilo e per ogni settore. Regole e leggi da rispettare per noi che siamo all’interno e per chi ci visita dall’esterno. Siamo il paese più ricco al mondo di cultura, arte, storia, luoghi di culto, località turistiche, industria, agricoltura. L’occasione è unica, se verrà sfruttata al meglio nel giro di pochi anni arriveremo ad essere uno dei paesi più apprezzati a livello mondiale. L’entusiasmo di Oscar Farinetti che spiega la grandezza del nostro paese può essere lo stimolo giusto per motivare il popolo degli italiani, popolo di grandi sognatori.

Un abbraccio virtuale a tutti gli Italiani. Insieme ce la faremo.
Giacomo Tosetti


© Riproduzione riservata



Potrebbero interessarti

Articoli più letti


Ultime foto

This error message is only visible to WordPress admins

Error: No posts found.

Make sure this account has posts available on instagram.com.