Prezzi Finestre in pvc: quanto costano al mq?

FINESTRE E INFISSI

prezzi-finestre-pvc

L’articolo che stai per leggere contiene tutte le informazioni necessarie per conoscere tutto sui prezzi finestre in pvc e le caratteristiche che ne determinano il costo al mq.
Ti guideremo all’acquisto dell’infisso più adatto alla tua casa, rispettando il contesto abitativo, l’estetica, il comfort e il prezzo rispetto alle aspettative.  

Cosa determina il prezzo di un serramento in pvc

Il prezzo di una finestra in pvc è determinato da una molteplice serie di fattori:

  • La qualità dei materiali è la prima variante importante. Non tutti i serramenti in PVC infatti sono uguali. Prodotti di importazione con mescole “climatiche” in classe M o con spessori in classe B o C costeranno sicuramente meno di un prodotto adatto al mercato italiano. È pur vero che è sempre una finestra in PVC, ma in realtà si tratta due manufatti completamente diversi. Funziona proprio come per un profilo in legno: si passa dal più economico, al massello, al più costoso lamellare. Più in generale, in merito al materiale con il quale è costruito un serramento, si passa dal più economico pvc per arrivare al più costoso legno alluminio.
  • le misure fanno variare il prezzo di una finestra in pvc come anche le tipologie di aperture: fisse, vasistas, a battente ad un anta fino a 4 ante, scorrevoli. I colori in massa come il bianco o l’avorio del PVC o i colori ral (bianco, marrone, verde, grigio) per le finiture dell’alluminio sono sempre meno care rispetto alle finiture che replicano l’effetto legno.
  • Le guarnizioni: i serramenti in pvc possono avere due guarnizioni o investendo qualcosa in più si possono avere a tre guarnizioni.
  • La vetrocamera: una finestra con 2 vetri costa meno di una a tre vetri. Se il vetro deve essere non solo basso emissivo ma anche selettivo per proteggerci dal caldo estivo o se si sceglie un vetro acustico o con una trasmittanza luminosa eccellente (qualità extra chiaro) si dovrà aumentare il budget.
  • Anche le maniglie ed una ferramenta di chiusura antintrusione sono fattori che aumentano il prezzo della finestra. Oggi per evitare di mettere le “classiche tende” e per avere uno strumento di oscuramento in gradi di dosare l’ingresso della luce e ripararsi dal caldom, sono molto utilizzate le veneziane interno vetro. Possono essere manuali od elettriche. Pratiche, comode, belle e robuste nel tempo. Anche questa scelta incide sul prezzo della finestra.

Estetica e prezzo di un infisso in pvc al mq

Per spiegarvi quanto il prezzo di una finestra in pvc può legarsi al risultato estetico e al livello di confort che desideriamo, prendiamo l’esempio di un infisso in pvc con le seguenti caratteristiche:

  • lato interno ha una pellicola tinta legno;
  • costruita internamente con una lavorazione a sette camere;
  • sul lato esterno presenta una pellicola colore ral;
  • cerniere a scomparsa;
  • una veneziana interno vetro elettrica con telecomando;
  • sgocciolatoi a scomparsa;
  • profilo esterno complanare;
  • una maniglia firmata da uno “stilista” del settore.

Una finestra in pvc con le suddette caratteristiche avrà sicuramente un prezzo giustamente più elevato rispetto alla stessa finestra senza tutti questi accessori.
Per chi pensa che “una finestra non è solo una finestra“, le possibilità di personalizzazione ed anche le scelte tecniche sono davvero molteplici.

TABELLA PREZZI FINESTRE PVC
Esempio misure
(base x altezza)
PVC da 70 mm 5 camere PVC da 80 mm 7 camere
PVC/alluminio da 70 mm 5 camerePVC/legno da 80 mm 7 camere
Finestra 1 anta
cm 60 x 150
da 250 a  350 euroda 350 a 450 euroda 400 a 500 euroda 400 a 500 euro
Finestra 2 ante
cm 120 x 150
da 450 a 600 euroda 550 a 700 euroda 650 a 750 euroda 650 a 750 euro
Portafinestra 1 anta
cm 80 x 240
da 500 a 650 euroda 600 a 700 euroda 650 a 750 euroda 700 a 800 euro
Portafinestra 2 ante
cm 120 x 240
da 700 a 900 euroda 800 a 1000 euroda 1000 a 1100 euroda 1000 a 1200 euro


La posa di una finestra in pvc

La posa in opera è un altro aspetto fondamentale da tenere in considerazione. Ci sono installazioni economiche e pose certificate con garanzia scritta di 10 anni contro le infiltrazioni di aria, acqua e vento. Ci sono installatori fai da te o posatori iscritti all’albo nazionale di PosaClima.
La messa in opera può essere fatta:

  • in copertura, ossia si utilizza il vecchio telaio dell’infisso e ci si appoggia sopra quello del nuovo infisso. Trattasi sempre di una posa onesta ma non eccellente. Come minimo si perdono almeno 5 centimetri di luce su tre lati del vano finestra. Questo rende la casa meno luminosa e si stringe la luce di passaggio, considerando anche il fatto che i nuovi infissi sono più spessi e larghi. Quindi in realtà si perdono molti più centimetri. Questo tipo di posa è una posa veloce che in termini di costo si manodopera risulta essere molto conveniente.
  • con rimozione del vecchio telaio: molto diverso è se si rimuove tutto il vecchio serramento e si procede con una posa senza silicone e schiume espanse ma con nastri termoisolanti, barriere al vapore, materassini in pvc. Posa più onerosa ma con livelli di resa imparagonabili. Incidono sulla posa costi accessori come l’operazione di smontare il vecchio infisso. Se è avvitato nessun problema ma se è murato occorrerà procedere al taglio del telaio. Lo smaltimento dei vecchi infissi è un costo come il facchinaggio a piani superiori al secondo sempreché non occorrano gru o trabattelli per fare l’intervento. Verificare che i coprifili o eventuali lamiere di copertura sia scritte nel preventivo. Chiedere se il posatore usa i materassini salva pavimenti, ossia che impediscono la scheggiatura della piastrella in caso cada un attrezzo. Se nell’area vicina alla finestra vengono utilizzate con coperture TNT gli oggetti vicini oltre al pavimento. Se quando si fora viene utilizzato un aspirapolvere per limitare al minimo la polvere. Se i posatori hanno guanti puliti o se a causa della manate lasciate sui muri si debba poi procedere con l’imbiancatura della casa. Se l’abitazione si trova in un condominio meglio avvisare il vicinato dei lavori che verranno effettuati, consigliamo di apporre sulla porta di ingresso del palazzo e in ascensore un foglio da noi fornito che comunica i giorni in cui i posatori saranno impegnati chiedendo anticipatamente scusa per eventuali disagi recati. È quindi fondamentale affidarsi ad un operatore di mercato che sia bravo ad illustrare le varie possibilità e soprattutto ad inserire tutto a preventivo non lasciando nulla al caso o a costi successivi ed inaspettati.
    Nel seguente video potete vedere in breve le fasi di un posa in opera attenta e affidabile.

 

Il preventivo finestre in pvc

Un preventivo deve essere chiaro e trasparente. Un concetto semplice ma che quasi mai si realizza. Spesso ci si chiede “È tutto compreso?”. E poi si va a fiducia. Sbagliato. La domanda corretta è se tutto è stato scritto in modo trasparente nel preventivo. Le caratteristiche tecniche con le varie certificazioni, il numero delle finestre con le loro misure, i sensi di apertura ed il colore interno ed esterno, le garanzie sul prodotto e che cosa coprono, la tipologia di posa in opera con i materiali che si usano durante l’intervento vanno scritti sul contratto, la garanzia sulla posa che non è la garanzia sul prodotto. Se è compreso lo smaltimento dei vecchi infissi e se l’iva è inclusa nel prezzo finale.

La scelta di un serramento al giusto prezzo

Il giusto prezzo è quello che si desidera investire per la sostituzione dei propri infissi. Ma in questo concetto non dobbiamo dimenticarci che le finestre si cambiano una volta sola in un’unità immobiliare e che oltre alla finestra ci sono tanti altri aspetti da considerare. Abbiamo parlato di materiali, finiture, di vetri, di accessori, di posa e di servizi che un’azienda professionale deve saper garantire all’acquirente. Siamo nel 2020, i concetti di comfort e risparmio energetico sono all’ordine del giorno. La scelta dell’infisso deve essere una scelta ponderata. La scelta del prezzo più basso è la scelta peggiore che si possa fare. Chi lavora seriamente ha dei prezzi allineati con il mercato. Chi sceglie solo in base al costo più contenuto deve sapere sta risparmiando su tutti questi aspetti: materiali, finiture, vetri, accessori, posa, servizi, garanzie. E le assistenze? In molti casi non verranno mai effettuate. Informatevi, leggete ed andate a fondo delle cose. Toccate con mano i prodotti che volete acquistare. Vi siete mai chiesti del perché le finestre non si comprano online? Forse perché sono prodotti su misura che richiedono un’attenzione importante? Esattamente. Cercate aziende con consulenti competenti, che sappiano consigliare che cosa è meglio per la vostra casa. Assaporate il senso della professionalità. Scambiatevi la fiducia reciproca. 

La pulizia delle finestre in pvc

La caratteristica più apprezzata dei serramenti in PVC è la facilità di pulizia e la scarsa richiesta di manutenzioni straordinarie. Le cure per mantenerli sempre belli come il primo giorno sono dunque poco impegnative.

  • Pulizia iniziale: dopo l’installazione del serramento rimuovere la pellicola protettiva che ricopre i profili ed effettuare la pulizia con acqua e detersivo neutro, utilizzando un panno morbido e pulito. Questa operazione va effettuata entro qualche giorno dalla posa in opera.
  • Pulizia periodica: pulire con regolarità i profili (almeno semestralmente) per rimuovere eventuale sporcizia o la polvere. Evitare sempre l’uso di solventi e chiedere consiglio al produttore in caso di macchie persistenti. Quando si vuole pulire a fondo la superficie, o ravvivarne l’aspetto, utilizzare prodotti specifici per le superfici in PVC.

Per la pulizia delle vostre nuove finestre in pvc non utilizzare mai detersivi aggressivi contenenti solventi, alcool o particelle abrasive. Non eseguire mai la pulizia a vapore. Non utilizzare panni abrasivi. Detergenti forti come trielina o benzina possono deteriorare in modo irreversibile le superfici.

Controlli programmati e manutenzioni serramenti pvc

L’esperienza che abbiamo maturato in questi anni ci ha insegnato che serramenti, persiane, grate e porte blindate sono prodotti che hanno bisogno di controlli e manutenzione. Le loro performance di isolamento e funzionali sono assicurate nel lungo periodo da dettagli che devono essere curati per mantenere a lungo le loro caratteristiche e per il fatto che sono continuamente esposti agli agenti atmosferici e ad agenti esterni come l’inquinamento. Guarnizioni, meccaniche, giunture, canali di scolo e materiali isolanti: per salvaguardare la lunga durata di questi elementi chiave di finestre e porte (soprattutto quando sono esterne), si richiede una manutenzione minima, ma sempre accurata. I moderni infissi in pvc sono fatti con un complesso sistema costruttivo e sono forniti di numerose possibilità di regolazione proprio per far fronte a dilatazioni e movimenti vari che possono verificarsi durante la loro vita. Per sfruttare al meglio la possibilità di queste regolazioni è necessario l’intervento di un tecnico esperto mediante un piano di controlli e manutenzioni programmate e periodiche. Le operazioni da svolgere in un intervento di controllo e manutenzione sono le seguenti:

  • Lubrificazione: cerniere e meccaniche devono essere lubrificate con i giusti materiali per evitare frizioni e per rendere più fluide le aperture.
  • Pulizia: anche i materiali più resistenti a intemperie e agenti aggressivi (come il PVC e l’alluminio) devono essere curati, per evitare graffi e incrostazioni. Anche in questo caso, le tecniche di pulizia più adeguate per il serramento sono fondamentali per evitare il deterioramento dei componenti più sensibili. In particolare, bisogna prestare particolare attenzione ai canali di scolo per evitare la possibilità di eventuali infiltrazioni.
  • Controllo funzionalità: capita spesso che un serramento con l’utilizzo inizi a fare resistenza funzionale: poca fluidità in apertura e chiusura, maniglia e serratura dure. Questi sono i segnali della necessità di una regolazione da effettuare sul serramento.

Per i primi due anni successivi alla data di posa, le aziende che si prestano seriamente sul mercato prevedono almeno due interventi di manutenzione gratuiti (uno per ogni anno). In questi due interventi vengono effettuate tutte le operazioni propedeutiche ad una corretta manutenzione dei serramenti.

  • Controllo di tutti gli elementi della ferramenta, verifica stato di usura.
  • Controllo delle ante.
  • Verifica e controllo degli elementi di chiusura.
  • Lubrificazione delle parti soggette ad attrito per scorrimento.
  • Lubrificazione delle guarnizioni con apposito prodotto.
  • Pulizia dei canali di scolo.

Al termine di ogni controllo e manutenzione programmata il Tecnico provvederà a compilare il Verbale di Manutenzione e di aggiornare il Registro delle Manutenzioni specifico per il tuo infisso in pvc. Il Verbale di Manutenzione contiene oltre ai dati generali, le specifiche del lavoro effettuato durante l’intervento e le possibili note a cura del Tecnico. Esiste poi la possibilità di continuare ad usufruire del medesimo servizio di manutenzione programmata anche per le successive annualità, previa stipula di un contratto di manutenzione e il pagamento di un corrispettivo stabilito. Il costo di eventuali pezzi di ricambio verrà conteggiato a parte in base al listino.

 


© Riproduzione riservata



Potrebbero interessarti

Articoli più letti


Ultime foto

This error message is only visible to WordPress admins

Error: No posts found.

Make sure this account has posts available on instagram.com.